19/11/2019 10:01:09
Home Comune di Vigonza Rete civica del Comune di Vigonza
Palazzo Arrigoni, via Cavour 16 - 35010 Vigonza (Pd), P.I. 01480860285,
tel. 049/8090211, fax 049/8090200
Home Comune di Vigonza Ricerca
Scrivi al Webmaster - segnala un errore Scrivi al Comune
Archivio Fotografico
RINNOVO DELEGA ALL'AULSS N. 15 DI CAMPOSAMPIERO-CITTADELLA DELLE FUNZINI SOCIO ASSISTENZIALI PER L'ANNO 2010 - VARIAZIONI DI BILANCIO 2010 - ARGOMENTO RINVIATO.

Delibera n. 29 del 30/04/2010. Dept: SERVIZI SOCIALI Sett: pubblicata il esecutiva il

Viene esaminata la seguente proposta di deliberazione relativa all’
oggetto, sulla quale sono stati espressi i relativi pareri ai sensi dell’
art. 49 D.Lgs. n. 267/2000, come da allegato A).

<< IL CONSIGLIO COMUNALE >>

Vista la legge 22 luglio 1975 n°382 “Norme sull’ordinamento regionale e
sulla organizzazione della pubblica amministrazione”;

Visto il D.P.R. 24 luglio 1977 n°616 di attuazione della delega di cui all’
art.1 della predetta legge 382/1975;

Vista la Legge Regionale 25 ottobre 1979 n°78 “Norme per la costituzione
ed il funzionamento delle unità sanitarie locali in attuazione della Legge
23 dicembre 1978 n°833”;

Vista la Legge Regionale 15 dicembre 1982 n°55 “Norme per l’esercizio
delle funzioni in materia di assistenza sociale”;

Vista la Legge Regionale 6 settembre 1991 n°28 “Provvidenze a favore delle
persone non autosufficienti assistite a domicilio e norme attuative delle
residenze sanitarie assistite;

Richiamata la deliberazione di C.C. n° 27 del 17.05.96 con la quale si
provvedeva:

  • a delegare all’A.U.L.S.S. n°15 alcune funzioni socio
    assistenziali previste alle lettere g), h), i), L.R. 55/82 art. 6, III
    comma, e precisamente:
    Ø l’assistenza domiciliare ai minori, agli anziani e agli inabili
    in età lavorativa;
    Ø la gestione di quanto previsto dalla L.R. n. 28/91;
    Ø la gestione dei servizi di telecontrollo e telesoccorso;
    Ø gli interventi previsti dall’art. 23 del D.P.R. 24.07.77 n. 616
    comprensivi della erogazione dei contributi economici relativi alla retta
    per l’affido familiare, il ricovero diurno e residenziale di minori
    soggetti a provvedimento dell’Autorità Giudiziaria o a seguito di
    procedimento consensuale;
  • ad approvare il protocollo d’intesa siglato con L’ULSS 15 in data
    23.09.2004 con il quale venivano definite le modalità di intervento e di
    monitoraggio dei servizi delegati all’Azienda Sanitaria;
    Richiamate le successive deliberazioni con cui si confermava la
    delega ed in particolare:
    - la deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 29.4.2009 relativa alla
    delega generale per l’anno 2009;
    -la delibera di Consiglio Comunale n°70 del 14.9.2009 relativa alla
    integrazione della predetta delega 2009 con le funzioni amministrative
    relative a: “ Inserimento in comunità di mamma/bambino” anche per gli
    aspetti relativi all’onere economico da sostenere per le madri,
    attualmente a carico dei singoli Comuni;
    Ritenuto opportuno procedere con rinnovi annuali della delega al fine
    di porre in essere l’esercizio di verifica e controllo da parte del
    Consiglio Comunale sui servizi suddetti, conformemente a quanto espresso
    in sede di 3^ Commissione Consiliare in data 20/4/2010;
    Ritenuto di confermare anche per l’anno 2010 la delega all’AULSS n.15
    con tutte le condizioni poste in essere finora e riportate di seguito:

a) trasferimento in comando all’A.U.L.S.S. n°15 di n°2 Assistenti
Domiciliari e dell’Assistente Sociale comunale. L’Azienda assumerà le
spese relative alle retribuzioni e gestirà la fruizione di permessi,
congedi ordinari e straordinari, in base alle esigenze di servizio;
b) il Comune mette a disposizione i mezzi di trasporto (attualmente
n°2 Fiat Panda e n°1 Fiat Punto) per l’effettuazione del servizio di
assistenza domiciliare; le spese relative alla tenuta dei predetti mezzi,
alla manutenzione di beni e strumenti impiegati nell’esercizio delle
funzioni delegate sono a carico dell’A.U.L.S.S. n. 15;
c) la sede dei servizi delle Assistenti Sociali, una dipendente del
Comune e la seconda dipendente dell’A.U.L.S.S.n°15 è confermata presso il
Settore Sociale di Vigonza - Via Arrigoni, 1, mentre la struttura d’
appoggio delle Assistenti Domiciliari è il Centro Diurno Comunale di via
Paradisi, n. 4 - Vigonza;
d) l’Azienda si assume inoltre gli oneri di gestione amministrativa e
tecnica per i servizi di:
Ø concessione provvidenze economiche a favore di persone non
autosufficienti assistite a domicilio. L.R. n. 28/91
Ø telecontrollo e telesoccorso
e) tutte le spese relative alle rette dei minori soggetti a provvedimenti
dell’autorità giudiziaria sono a carico dell’A.U.L.S.S. n°15;
Considerato che a fronte dei servizi delegati e dei servizi ad alta
integrazione socio sanitaria viene corrisposta all’Azienda ULSS 15, una
quota pro- capite stabilita per l’anno 2010 in € 23,70 per 21.879
n.abitanti, al 31/12/2009, giusto verbale della Conferenza dei Sindaci
del 11.12.2009 e per la delega della funzione “mamma/bambino” la quota a
carico del Comune di Vigonza per l’anno 2010 preventivata in €.7.560,59,
salvo rendicontazione finale;
Dato atto che la spesa , relativa alle deleghe, ammonta complessivamente
per € 526.092,89, superiore alle previsioni di bilancio, pertanto si rende
necessario integrare lo stanziamneto mediante variazioni al bilancio di
previsione 2010;
Visto il parere espresso dalla I^ Commissione consiliare nella seduta del
20/4/2010;
Acquisito preventivamente il parere tecnico e contabile, formulato ai
sensi dell’art. 49, comma 1 del D.Lgs. 267/2000, allegato in fotocopia
Sub/a) al presente atto;
Acquisito il parere del Collegio dei Revisori ai sensi dell’art. 239 del
D.lgs. 267/2000 e riportato in fotocopia nell’allegato B) al presente
atto;
D E L I B E R A

  1. di rinnovare la delega all’A.U.L.S.S. n°15 fino al 31.12.2010:
  • ai sensi del 3° comma dell’art. 40 della L.R. 25.10.1979 n. 78,
    come modificato dall’art. 6 della L.R. 15.12.1982 n. 55, per:
    Ø l’assistenza domiciliare ai minori, agli anziani e agli inabili
    in età lavorativa;
    Ø la gestione di quanto previsto dalla L.R. n. 28/91 i cui oneri di
    gestione amministrativa e tecnica sono a totale carico della A.U.L.S.S.n°
    15;
    Ø la gestione dei servizi di telecontrollo e telesoccorso i cui
    oneri di gestione amministrativa e tecnica sono a totale carico della
    A.U.L.S.S.n°15;
    Ø gli interventi previsti dall’art. 23 del D.P.R. 24.07.77 n. 616
    comprensivi della erogazione dei contributi economici relativi alla retta
    per l’affido familiare, il ricovero diurno e residenziale di minori
    soggetti a provvedimento dell’Autorità Giudiziaria o a seguito di
    procedimento consensuale;
    Ø le funzioni amministrative relative a: “ Inserimento in comunità
    di mamma/bambino” anche per gli aspetti relativi all’onere economico da
    sostenere per le madri.
  • ai sensi della Legge Regionale 16 agosto 2002 n.22 (B.U.R.
    n.82/2002) “Autorizzazione e accreditamento delle strutture sanitarie,
    socio-sanitarie e sociali”, art.14 comma 4 per:;
    Ø il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio delle strutture
    /servizi sociali, se un servizio non è in tutto o in parte finanziato
    dalla Regione Veneto;

alle condizioni tutte riportate nel successivo punto 2., con facoltà di
rinnovo per gli anni successivi previa delibera di Consiglio Comunale.
2. di stabilire altresì che:
a) l’Assistente Sociale comunale e le 2 Assistenti Domiciliari, sono
trasferite in comando all’A.U.L.S.S. n°15, la quale assumerà le spese
relative alla loro retribuzione e gestirà la funzione di permessi, congedi
ordinari e straordinari, in base alle esigenze di servizio;
b) il Comune mette a disposizione i mezzi di trasporto (attualmente n°2
Fiat Panda ed 1 Fiat Tipo) per l’effettuazione dei servizi;

c) la sede dei servizi delle Assistenti Sociali (una dipendente comunale
ed una dipendente AULSS) viene confermata presso il Settore Sociale di
Vigonza -Via Arrigoni, 1, mentre la struttura d’appoggio delle Assistenti
Domiciliari è il Centro Diurno di via Paradisi, n. 4 - Vigonza;
d) tutte le spese relative alle rette dei minori soggetti a provvedimenti
dell’autorità giudiziaria sono a carico dell’A.U.L.S.S. n. 15.
e) l’A.U.L.S.S. n. 15, in conformità agli standard regionali, dovrà
garantire per il Comune di Vigonza l’integrazione del personale oggi messo
a disposizione (Assistenti Domiciliari) con altri operatori di pari
livello e qualifica per la salvaguardia del rapporto ottimale
operatore/utenza e per la soluzione delle problematiche presenti nel
territorio.
f) l’AULSS 15 dovrà garantire gli impegni di cui al protocollo d’intesa
siglato con L’ULSS 15 in data 23.09.2004 n°26013.
3. il Comune di Vigonza anticiperà le spese inerenti le
retribuzioni del personale in comando e le spese relative alla tenuta dei
mezzi, beni e strumenti messi a disposizione e impiegati nell’esercizio
delle funzioni delegate. La A.U.L.S.S. n°15 rimborserà dette spese su
rendicontazione presentata dal Comune;
4. di prevedere la spesa complessiva per l’anno 2010 di €
526.092,89 (518.532,30+7.560,59 per le funzioni mamma/bambino) al bilancio
2010 intervento n 1100405 mediante variazioni di bilancio:
USCITE- intervento 1100405 capitolo 11004050012 Contributo ULSS 15 per
deleghe +13.592,89
ENTRATE-risorsa 1010050 capitolo 10100500001 Trasferimento Statale-
incremento compartecipazione
IRPEF

+13.592,89
5. di rinviare a provvedimenti del Capo settore Servizi Sociali gli
atti conseguneti la presente deliberazione;
6. di dichiara la presente deliberazione immediatamente eseguibile
ai sensi e agli effetti di cui all’art.134, comma 4 del D.Lgs. 267/2000.

Presenti n. 18 – Assenti n. 2: Pinton Pier Cesare, Lunardi

IL CONSIGLIO COMUNALE

VISTA la proposta di deliberazione su riportata relativa all’argomento in
oggetto sulla quale sono stati espressi i relativi pareri ai sensi dell’
art. 49, comma 1° del D.Lgs. 267/00 ed altresì quello del Collegio dei
Revisori dei Conti, allegati (A e B) in fotocopia al presente atto;

UDITI gli interventi di seguito sinteticamente riportati:

  • il Cons. di maggioranza, P. Pinton (Capogruppo Lista UDC), in qualità di
    Presidente della III^ Commissione Conisliare ricorda che durante la seduta
    di III Commissione confrontando con quanto aveva dichiarato il Direttore
    Generale dell’Ulss 15 (Dr. Benazzi) in questa sede, sono sorti dei
    problemi in quanto si è capito che non ci sarà potenziamento di servizi
    ma, anzi, la perdita di alcuni. Invitato alla riunione della Commissione
    Consiliare il Direttore del Distretto, Dr. Potì, ha preso atto delle
    lamentele dei consiglieri presenti e si è riservato di relazionare poi.
    Precisa comunque che la delega è stata approvata dalla Commissione. L’
    intenzione è di posticipare l’approvazione della delega ad un’altra seduta
    di Consiglio in attesa delle risposte del Direttore del Distretto. Per
    queste ragioni, chiede il rinvio dell’argomento in oggetto. Fa presente
    inoltre che c’è un impegno del Sindaco con la Conferenza dei Sindaci.
    Afferma che è giusto approvare la delega quando si avranno le risposte.

(Alle ore 20.21 rientra il cons. Cacco – presenti n. 19)

  • il Cons. di maggioranza, M. Celin (Gruppo Vigonza Viva) a nome del
    proprio Gruppo concorda con il rinvio richiesto dal cons. Pinton.
  • il Cons. di maggioranza, R. Caon (Capogruppo Lista Lega Nord –
    Liga Veneta Padania) a nome del proprio Gruppo, concorda con la richiesta
    di rinvio.
  • il Cons. di maggioranza, S. Benato (Lista PDL) afferma che se
    dovessero sorgere problemi per i cittadini legati al fatto dell’ulteriore
    attesa dell’approvazione della delega, vuole l’impegno di questa
    Amministrazione di convocare con urgenza una seduta consiliare.
  • il Cons. di minoranza, A. Stivanello (Capogruppo Lista PD) si
    dichiara allibito da quanto succede in seduta odierna poiché le
    motivazioni addotte per rinviare l’argomento in oggetto non hanno nessuna
    attinenza con l’O.d.g. stesso. Riferendosi all’incontro con il dr. Benazzi
    in questa sede, personalmente è stato tacciato di demagogia per un
    problema di ordine sanitario qual è la scelta del percorso dell’ambulanza.
    Si è scelto di far silenzio per non pestare i piedi al Direttore Generale,
    il quale ha promesso alcune cose senza sapere bene di cosa parlava e ora
    per far pressione sul Distretto si va a vincolare l’approvazione della
    delega. Si sarebbe aspettato che fossero verificati i costi e a fronte del
    servizio erogato rilevare ciò che viene fatto bene e ciò che invece non
    piace. Questo Distretto è da tempo che è stato depotenziato, il Dr.
    Benazzi ha detto una cosa sbagliata. Si dichiara contrario alla richiesta
    di rinvio. Trova una grave incoerenza, una faciloneria nella gestione e
    per questo motivo vuole che l’argomento stasera venga votato. L’incontro
    poi con il direttore Potì si deve fare richiamando anche il Direttore
    Generale Dr. Benazzi. L’obiettivo comune è quello della positività, del
    bene comune e dei servizi svolti a favore dei cittadini e in questo
    momento non si sta facendo un bel servizio. Ringrazia il Gruppo Lega
    Nord-Liga Veneta per la coerenza con determinate iniziative loro.
    Ribadisce che come Gruppo sono contrari al rinvio, perché secondo loro i
    servizi sociali e socio sanitari devono essere o contestati o votati, non
    c’è traccia di una rendicontazione in questi tre anni di ciò che è stato
    fatto.
  • Il Cons. di minoranza, R. Barutta (Lista PD) fa presente che l’
    obiettivo comune è quello di dare ai cittadini i servizi
    socio-assistenziali. Se c’è una insoddisfazione, crede che la tecnica del
    non approvare stasera non sia il successo dell’iniziativa. Sarebbe più
    serio approvare ora la delega con l’elenco delle cose da richiedere all’
    ULSS. Questo ha un senso. Chiede quindi si vada alla votazione.
  • Il Sindaco, ing. Nunzio Tacchetto rileva che il Bilancio dell’
    AULSS ha già previsto i soldi per la delega e i servizi integrati del
    Distretto 1. Se un consigliere per completezza di percorso fa la richiesta
    di spostare di una quindicina di giorni la delega crede non ci sia nulla
    di sbagliato, non cambia nulla. Afferma che non si ha paura di pestare i
    piedi a nessuno perché non c’è nulla da pestare.
  • Il Cons. di maggioranza P. Pinton (Capogruppo Lista UDC)
    chiarisce che non è della sua idea di non approvare la delega. Già il
    fatto di aver tirato fuori la questione ha permesso di parlarne. Se
    qualcuno fosse stato presente alla seduta della Commissione Consiliare, si
    sarebbe reso conto delle moltitudine di domande e problemi sorti. Non c’
    era nessuna intenzione di fare leva con l’ULSS. Si sono solamente presi
    alcuni giorni per avere risposta alle richieste sollevate. Il Dott.
    Benazzi ha dichiarato che dal 1° di maggio il servizio di pneumologia non
    ci sarà più. Vuole solo capire e avrebbe piacere che venisse approvata la
    delega con tranquillità e con le risposte giuste.
  • Il Cons. di minoranza, A. Stivanello (Capogruppo Lista PD)
    dichiara che il proprio Gruppo è contrario al rinvio. Rileva che non si sa
    niente dell’argomento in approvazione e ritengono inutile il rinvio perché
    non cambierà nulla.

Terminata la discussione, il Presidente pone ai voti la proposta di rinvio
formulata dal cons. Pinton Paolo, la quale viene approvata con i seguenti
voti, resi per alzata di mano, controllati dagli scrutatori e proclamati
dal Presidente:

Presenti e votanti n. 19
Voti favorevoli n. 14
Voti contrari n. 5 (Stivanello/Zanella/Cacco/Barutta/Levorato)
Voti astenuti n. /

D E L I B E R A

1) di rinviare la trattazione dell’argomento in oggetto ad altra
seduta di Consiglio Comunale.

(Il Presidente del Consiglio Giovannoni Pietro)
Allegati:
Delibere del Consiglio Comunale - Home
Tutti i diritti riservati © 2003 - Comune di Vigonza
Testato su MS Explorer 6 - Netscape 7 - Mozilla 1.0 - Opera 6