19/11/2019 10:01:56
Home Comune di Vigonza Rete civica del Comune di Vigonza
Palazzo Arrigoni, via Cavour 16 - 35010 Vigonza (Pd), P.I. 01480860285,
tel. 049/8090211, fax 049/8090200
Home Comune di Vigonza Ricerca
Scrivi al Webmaster - segnala un errore Scrivi al Comune
Archivio Fotografico
APPROVAZIONE BANDO DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE "ALLOGGIO CUSTODE" PRESSO IL CASTELLO DEI DA PERAGA

Delibera n. 42 del 07/04/2010. Dept: SERVIZI SOCIALI Sett: pubblicata il esecutiva il

Premesso che nell'ambito della migliore destinazione del patrimonio
comunale risulta opportuno assegnare in locazione il piccolo alloggio
(custode del Castello dei Da Peraga), anche contemplando esigenze di
interesse sociale che mirino a destinarlo a certe categorie di beneficiari
bisognosi;

Considerato che l'assegnazione in locazione di detta abitazione
comunale è funzionale anche a dare vita al contesto del "Castello" quale
utile deterrente contro malintenzionati o avventori che potrebbero
prendere spunto per degli atti vandalici;

Considerate le caratteristiche dell'alloggio, per limiti
funzionali come la collocazione dei servizi igienici al piano I° non lo
rende fruibile a tutte le categorie di possibili bisognosi;

Ritenuto necessario approvare l'apposito bando per l'assegnazione
dell'alloggio dell'ex custode che preveda il godimento per fini
d'abitazione dell'alloggio facente parte del complesso del Castello,
stabilendo i seguenti requisiti e criteri per la partecipazione
conformemente all’allegato bando pubblico, allegato sub a):

Visto l'allegato schema di bando sub. A) alla presente
deliberazione e l'allegato modulo per la domanda allegato sub b) facenti
parte integrante del presente provvedimento;

Richiamata la legge n. 431 del 9.12.1998 concernente la locazione di
immobili;

Tutto ciò premesso e considerato;

Acquisito preventivamente il parere di cui all'art. 49 del D.Lgs.
267/2000 e riportato nell'allegato sub. C);

Con voto unanime favorevole,

D E L I B E R A

  1. di approvare, per le motivazioni espresse e richiamate in premessa che
    fanno parte integrante del presente provvedimento, l'allegato schema di
    bando sub. A) e di domanda sub. B) per l'assegnazione in locazione
    dell'alloggio (ex custode) del Castello dei Da Peraga;
  2. di demandare al Settore Servizi Sociali i successivi atti conseguenti e
    necessari per l'attuazione del presente atto deliberativo.

    Con successiva votazione unanime favorevole, dichiara la presente
    deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi e per gli effetti di cui
    all'art. 134, comma 4 del D.Lgs 267/2000.

Allegato a) alla Delibera di Giunta n. 42 del 07/04/2010

BANDO DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE
AD USO ABITATIVO DELL'ALLOGGIO DELL'EX CUSTODE
DEL COMPLESSO del "CASTELLO DEI DA PERAGA"

____*

IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO

R E N D E N O T O

il presente bando di assegnazione in locazione ad uso abitativo
dell'alloggio dell'ex custode del complesso denominato "Castello dei Da
Peraga ubicato nella frazione Peraga, Via Arrigoni n. 1, al canone mensile
di €. 100,00 oltre all'obbligo accessorio di fare sotto specificato.

Si precisa che in relazione alle caratteristiche dell'alloggio, composto
da 1 camera da letto, cucina e servizi, lo stesso non potrà essere
destinato a nuclei composti da più di due unità.

Saranno a carico del locatario le spese di gestione relative all'utenza di
energia elettrica, acqua, gas, (eventuale telefono), oltre all'ordinaria
manutenzione dell'alloggio. Sino alla completa distinzione delle utenze,
il locatario si obbliga a versare una cifra forfetaria accordata con l’
ufficio tecnico comunale, secondo i dati rinvenibili dalle fatture e dalla
contabilizzazione storica delle utenze stesse.

La locazione avrà la durata di anni 4, eventualmente rinnovabile per un
ulteriore identico periodo, previo apposito provvedimento.

Entrambi le parti potranno rescindere il contratto dando formale preavviso
di almeno tre mesi secondo i seguenti canoni:
- la locazione oggetto del presente bando potrà essere risolta
dall'Amministrazione comunale in caso di gravi accadimenti o di mancato
rispetto degli obblighi di pagamento del canone (ritardo per oltre tre
mensilità) e pulizia dell'alloggio. In tal caso il locatario dovrà
lasciare libero l'immobile entro 60 giorni dalla data di notifica della
lettera di risoluzione, con addebito di tutte le spese e oneri connessi
allo sgombero;
- Il Comune di Vigonza si riserva comunque la facoltà di chiedere al
locatario che lasci libera l'abitazione da persone e cose, anche
interposte, a semplice richiesta, senza bisogno di diffida giudiziale o
stragiudiziale, con semplice preavviso di 4 mesi qualora vi siano ragioni
di interesse pubblico nel cui contesto del patrimonio comunale è inserita
l'abitazione;

Il locatario si impegna inoltre, quale obbligo accessorio, ad effettuare
personalmente o da persona facente parte del nucleo familiare senza alcun
vincolo di subordinazione né rispetto di orario, l'apertura e la chiusura
giornaliera dei cancelli del complesso del Castello e del parco, in base
agli orari che l'Amministrazione Comunale stabilità nel corso di ogni
stagione e/o anno solare.

E' fatto divieto utilizzare per scopi prettamente personali e privatistici
le aree ed i locali ad uso comune e pubblico.

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO E PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:

Sono ammessi a presentare richiesta per accedere alla presente selezione
tutti coloro che risultano in possesso dei seguenti requisiti:
1) essere cittadino italiano e residente nel Comune di Vigonza da almeno 1
anno (per le coppie il requisito viene assolto anche se in possesso ad uno
solo dei due coniugi);
oppure: cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all'Unione
Europea, ovvero cittadinanza di uno Stato non appartenente all'Unione
Europea e possesso di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno
(scadenza permesso non inferiore ad un anno dalla presentazione della
domanda, con onere di produrre il rinnovo pena la decadenza e risoluzione
del contratto con sgombero immediato);
2) di non essere portatori di invalidità superiore al 67%.
3) non avere procedimenti penali in corso e di non aver riportato condanne
penali, in particolare contro la pubblica Amministrazione e/o contro il
patrimonio pubblico;
4) fare parte di un nucleo familiare non superiore a 2 unità;
5) di non essere titolare del diritto di proprietà, uso, usufrutto e
abitazione di alloggi ubicati in qualsiasi comune del territorio
nazionale.
6) reddito annuo, complessivo, imponibile IRPEF del nucleo familiare (a)
in misura non superiore al 50% del limite per l’accesso stabilito dalla
L.R. 18/2006 art. 11, determinato ai sensi dell’art. 21 della legge 5
agosto 1978, n. 457 e successive modifiche e integrazioni. Il reddito di
riferimento è quello di cui all’art. 8 del DPR 22 dicembre 1986, n. 917 e
successive modificazioni, dedotti gli oneri di cui all’articolo 10,
dichiarato nel 2009 (e riferito al 2008).
Il limite del reddito, attualmente vigente, vista la L.R. 18/2006 e
Decreto DRV n. 77 del 25.03.2008, è il seguente:

NUCLEO FAMIGLIARE (a) REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE REDDITO DA LAVORO
AUTONOMO
1 o 2 componenti (b) Euro 38.640,00 Euro 23.184,00
50% €.19.320,00 €.11.592,00

a) Per nucleo famigliare si intende la famiglia costituita dai coniugi
ovvero da un genitore e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti e
adottivi e dagli affiliati con loro conviventi. Per il cittadino di stati
non appartenenti all’Unione Europea sono considerati componenti del nucleo
il coniuge e figli residenti in Italia e coabitanti con il richiedente e i
familiari per i quali è stato chiesto il ricongiungimento (allegare copia
della domanda e, se il ricongiungimento è relativo a parenti diversi dai
figli, lo stato di famiglia rilasciato dal paese d’origine che comprovi la
presenza nel nucleo da oltre 2 anni o autodichiarazione sostitutiva).
Fanno altresì parte del nucleo famigliare il convivente more-uxorio, gli
ascendenti, i discendenti, i collaterali fino al terzo grado, purché la
stabile convivenza con il concorrente abbia avuto inizio almeno due anni
prima della data di pubblicazione del presente bando di concorso e sia
dimostrata nelle forme di legge. Possono essere considerati conviventi
anche persone non legate da vincoli di parentela o affinità qualora la
convivenza istituita abbia carattere di stabilità e sia finalizzata all’
assistenza di persone presenti nel nucleo famigliare stesso che rientrino
nelle condizioni indicate dall’art. 7 comma 1, lett. a), n. 4) e 5). Tale
ulteriore forma di convivenza deve, ai fini dell’inclusione economica e
normativa del nucleo famigliare, essere stata instaurata da almeno due
anni precedenti alla data di pubblicazione del bando di concorso e
risultare da certificazione anagrafica.
7) non avere meno di anni 50. (per le coppie sposate il requisito viene
assolto anche se in possesso ad uno solo dei due coniugi);

Tutti i requisiti devono essere posseduti dai richiedenti al momento della
domanda.

PUNTEGGI

Saranno assegnati:

0,5 punti per ogni anno di residenza del richiedente nel Comune di Vigonza
con un massimo di 10 punti (nel caso di coppie viene computata la
residenza del coniuge più favorevole)

  1. punti, per ognuna delle condizioni di disagio abitativo definito come
    segue: situazione di grave disagio abitativo accertata da parte delle
    autorità competenti ed esistente da almeno un anno alla data di scadenza
    del presente bando dovuta a:

1) abitazione impropria o procurata a titolo precario dall’assistenza
pubblica (art. 7, 1° comma, n. 1 lett A) DPR 1035/72;
2) coabitazione in uno stesso alloggio con altro o più nuclei famigliari;
3) abitazione in alloggio sovraffollato documentato dall’Autorità
competente.
4) abitazione in alloggio antigienico (cioè privo di servizi igienici o
che presenti umidità
permanente dovuta a capillarità, condensa o igroscopicità, ineliminabile
con normali interventi manutentivi) da certificarsi dalla competente
Autorità (ASL), secondo quanto previsto dall’art. 7, primo comma, n. 4,
lett. b) del DPR 1035/72, e successive modificazioni ed integrazioni;
5) richiedenti il cui alloggio debba essere rilasciato a seguito di
provvedimento esecutivo di sfratto non intimato per inadempienza
contrattuale, di verbale di conciliazione giudiziaria, di ordinanza di
sgombero, di provvedimento di collocamento a riposo di dipendente pubblico
o privato che fruisca di alloggio di servizio, nonché per qualsiasi altra
condizione oggettiva che renda impossibile l’uso dell’alloggio; ovvero
richiedenti che dimostrino di essere privi di alloggio da almeno un anno:

MASSIMO 3 punti (che verranno proporzionati tra i concorrenti secondo l’
analisi comparativa tra gli stessi in base alla situazione personale
dichiarata), per “eccessiva” onerosità del canone definito come segue: l’
eccessiva onerosità del canone di affitto è data da un canone che superi
il 50% del reddito dichiarato al punto 6)

  1. punti per la disponibilità ad occupare in locazione - previo versamento
    anticipato di due mensilità - entro il 31.05.2010;
    2 punto per la disponibilità ad occupare in locazione - previo versamento
    anticipato di due mensilità - entro il 30.06.2010;
    1 punti per la disponibilità ad occupare in locazione - previo versamento
    anticipato di due mensilità - entro il 31.07.2010;
    0 punti per la disponibilità ad occupare in locazione - previo versamento
    anticipato di due mensilità - oltre il 31.07.2010.

In caso di parità di punteggio, la precedenza và al richiedente più
giovane di età.

GRADUATORIA

Il responsabile del Settore Sociale, sulla base delle domande pervenute,
stilerà una graduatoria e assegnerà l'alloggio.

Il locatario assegnatario dovrà occupare l'immobile entro 30 giorni
dall'affidamento, con conseguente stipula del contratto e versamento
anticipato di due mensilità.

Le domande dovranno essere presentate su apposito modulo, in distribuzione
presso l'URP, o presso i servizi sociali, al Settore Servizi Sociali
entro il …/…/2010 tramite l'Ufficio Protocollo del Comune di Vigonza,
consegnandole a mano o tramite raccomandata R.R. da pervenire comunque
entro la medesima data suddetta.

L'Amministrazione si riserva di stilare la graduatoria entro il mese di
maggio 2010, salvo motivata proroga per la conseguente assegnazione.

L'Amministrazione si riserva a insindacabile giudizio la facoltà di
ritirare in qualsiasi momento il presente bando senza costituire nei
confronti di chiunque diritti di sorta.

IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO
(Dott. Gianbattista Zanon)

Referente per informazioni e Responsabile del Procedimento ai sensi della
L. 241/1990 Capo Settore servizi Sociali rag. Angelina Simioni – tel
049/8090323.

Allegato b) alla Delibera di Giunta n. 42 del 07/04/2010

DOMANDA PER L'ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE AD USO
ABITAZIONE DELL'ALLOGGIO DELL'EX CUSTODE DEL
COMPLESSO "CASTELLO DEI DA PERAGA"

Al Settore Sociale
(tramite Ufficio Protocollo)
del Comune di Vigonza
Via Cavour, 16
35010 VIGONZA (PD)

Il/la sottoscritto/a __________________________________________ chiede di
essere ammesso/a alla selezione pubblica per l'assegnazione in locazione
ad uso abitazione dell'alloggio dell'ex custode del complesso del Castello
dei Da Peraga, ubicato nella frazione di Peraga - Via Arrigoni n. 1.

A tal fine dichiara, ai sensi del DPR 445/2000 e consapevole delle
sanzioni penali in caso di false dichiarazioni, quanto segue:

  1. di essere nato/a a ______________________________provincia di
    ______________ il ______________________ e di essere residente in Vigonza,
    via _______________________________ tel. _____________________Cellulare
    _____________________ Codice Fiscale _________________________________;
  2. (se diverso dalla residenza) di essere domiciliato/a in
    _________________________
    cap. _____________, provincia (______), Via _____________________________,
    (indirizzo al quale devono essere trasmesse le comunicazioni inerenti al
    bando, se diverso dalla residenza anagrafica);
  3. di essere residente a Vigonza da almeno un anno, e precisamente dal
    _________________________;
  4. di non aver procedimenti penali in corso e di non aver riportato
    condanne penali, in particolare contro la pubblica Amministrazione e
    contro il patrimonio pubblico;
  5. di non aver difetti fisici che impediscano o limitino il pieno uso
    dell'abitazione come precisato nel bando;
  6. di dichiarare che il reddito imponibile IRPEF con riguardo all'anno
    2008 riferito al nucleo familiare di cui alla L. 109/98 è pari a €.
    ___________________________;
  7. di far parte di nucleo familiare con componenti non superiore a due;
  8. non avere meno di 50 anni di età;
  9. di non essere titolare del diritto di proprietà, uso, usufrutto e
    abitazione di alloggi ubicati in qualsiasi comune del territorio
    nazionale.
  10. di essere convivente anagraficamente con
    ________________________________
    (NB: è preclusa la destinazione dell'abitazione a più di due persone)
  11. (eventuale) di trovarsi nella seguente posizione di "disagio
    abitativo" accertata dall'Autorità competente (v. punto 7 del bando;
    precisare):
    ________________________________________________________________;
  12. (eventuale) - avere un canone di affitto che supera il 50% del reddito
    dichiarato al precedente punto 6) come da allegato contratto- (documentare
    il canone con copia contratto);
    13. di accettare senza riserve le condizioni previste dal presente bando
    di selezione dalle leggi e regolamenti in vigore al momento
    dell'assegnazione.

Inoltre dichiara:

Situazioni che determinano l'attribuzione dei punteggi

  • di essere residente a Vigonza dal
    _______________________________________
  • di essere disposto ad occupare in locazione l'alloggio previo versamento
    anticipato di tre mensilità entro il
    ( ) 31.05.2010
    ( ) 30.06.2010
    ( ) 31.07.2010
    ( ) oltre 01.07.2010

Il sottoscritto dichiara che i documenti eventualmente prodotti sono
conformi all'originale ai sensi del DPR 445/2000.
E' inoltre consapevole delle sanzioni penali ai sensi del DPR 445/2000 cui
può essere assoggettato in caso di false dichiarazioni.
I dati che i candidati sono chiamati a fornire sono obbligatori ai fini
dell'ammissione alla procedura di selezione e saranno utilizzati per gli
adempienti connessi allo svolgimento della procedura stessa e del
contratto. Quanto dichiarato dai candidati sarà trattato dagli incaricati
comunali nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 in virtù della cui norma il
sottoscritto acconsente all'uso dei dati personali per la finalità oggetto
della presente domanda.

_______________, lì ______________________

________________________________________


(firma da non autenticarsi)

  • Allegato: Documento di identità (per i cittadini stranieri anche il
    permesso di soggiorno).
    - Allegato (altro precisare) ______________________________________
(Tacchetto Nunzio)
Allegati:
Delibere della Giunta Comunale - Home
Tutti i diritti riservati © 2003 - Comune di Vigonza
Testato su MS Explorer 6 - Netscape 7 - Mozilla 1.0 - Opera 6